Luci e colori: l’arancio!

Avete mai pensato che sono i colori a muovere le nostre giornate? I colori ci attraggono e ci ispirano. E allora perché non proporvi idee in forma di colore per arricchire i vostri spazi green!

Questa settimana abbiamo pensato al color arancio, vivace e sgargiante, capace di riempire di luce gli spazi. Per i vostri balconi e giardini commestibili proponiamo tre erbacee che non possono mancare!

Cominciamo con il nasturzio, Tropaeolum majus, che forse avrete potuto ammirare come foglia commestibile in qualche insalata! Ebbene il nasturzio è buono, ma anche e soprattutto bello e utile. Si tratta di una pianta erbacea, a portamento ricadente o rampicante e dalla crescita rapida. Sia le sue foglie tondeggianti e lucide sia i suoi fiori aranciati particolarmente decorativi sono commestibili e ricordano il gusto del crescione. Si abbinano freschi ad insalate, salse, panini, oltre ad essere un’interessante aggiunta decorativa sui piatti! Il nasturzio rappresenta anche un’ottima pianta per ‘curare’ altre piante da attacchi da parte di afidi e cocciniglia. Come? Attirando su di sé tali pericoli e ricreando un equilibrio protettivo negli orti.

Sicuramente avrete sentito parlare della calendula, Calendula officinalis! Per molti un’erba degli orti, che rifiorisce ogni anno con le sue graziose margherite arancioni, per tanti altri un ingrediente di molte creme lenitive. La calendula è infatti un valido aiuto per la cura della pelle, ma anche una proposta rigogliosa e commestibile per i vostri giardini. Foglie e fiori sono infatti edibili e si possono aggiungere freschi a zuppe, risotti, insalate. I fiori in boccio possono persino essere conservati come sottaceti! Sapevate che la calendula agisce inoltre contro i nematodi del terreno? Questi parassiti, che abitano il sottosuolo, e che potrebbero rappresentare un rischio per altre specie, vengono tenuti ben alla larga dalla nostra calendula!

In un orto o in un balcone che si rispetti non può infine mancare il tageteTagetes erecta: un concentrato di colore e voglia d’estate. Queste piante regalano fioriture prolungate, amano esposizioni soleggiate e richiedono poche cure. Come la calendula, anche il tagete interviene sui nematodi e spesso se piantato vicino ad altre verdure negli orti ne migliora la crescita, rappresentando un ottimo alleato per la coltivazione. Questi fiori sgargianti sono commestibili e vengono aggiunti come decorazione a svariate pietanze. Voglia di un tagetes perenne? Provate anche il nostro Tagetes lemmonii, foglie e fiori profumatissimi e altrettanto commestibili, ideali anche per bevande rinfrescanti dal gusto fruttato!

Stay tuned!